Riconoscere il gelato di qualità 

Esistono semplici regole per riconoscere un gelato artigianale di qualità anche se non si è esperti del settore. Ogni consumatore ha un "palato" diverso dall'altro e talvolta un gelato può piacere a una persona e non a un'altra, proprio come quando due amici mangiano un piatto di pasta ed esprimono pareri opposti. Entrando in una gelateria artigianale si può facilmente verificare che tipo di gelato si sta per gustare. Esistono alcune regole per poter capire come lavora il laboratorio di produzione della gelateria (link)Inoltre bisogna sfatare un mito che il gelato conservato nelle carapine è più buono. E' un diverso modo di conservare il gelato che lo mette al riparo da sbalzi di temperatura e dalla luce che lo invecchia. La qualità del gelato dipende quindi sempre da come è fatto, dagli ingredienti e dal ciclo di produzione usato.

Le montagne di gelato



Il gelato esposto nel banco gelati spesso presenta una forma di una vera è propria catena montuosa, come nella foto (alta anche più di 5 cm). Agli occhi del consumatore sono attraenti, ma sono molto ricchi di grassi. La spiegazione è semplice: la temperatura sul vertice della montagna di gelato è molto meno fredda di quella presente all'interno della vaschetta che lo contiene. Un gelato per non sciogliersi deve avere quindi molti più grassi. Gelatosità non presenta queste "catene montuose" nel banco gelati. L'esposizione è "raso vaschetta". Diversamente i gelati si scioglierebbero notandosi subito la patina lucida. In questo semplice modo si può intuire se siamo difronte ad un gelato leggero o ricco di grassi idrogenati vegetali.

Colore dei gusti gelato​



Una buona regola per capire se un gelato artigianale è prodotto con materiali di prima qualità è osservare il colore che presenta nel banco gelati.

Il pistacchio è il gusto che viene scelto per fare questo test.

Il colore deve essere con gradazione verde pastello assolutamente naturale e con nessuna nota o accento di verde acido.

Altro gusto per il test è la fragola.

Deve essere naturale come lo è il colore della fragola, non rosso fuoco. Inoltre per capire se è fatto con fragole vere basta assaggiarlo e trovare i semini tipici della fragola. Un finto gusto fragola non può averli e di solito è fatto con il latte e non l'acqua (che lo rende il tipico sorbetto).

Gelatosità si attiene a questa filosofia di produzione.

Gusti frutta senza latte​



Il latte è una materia prima molto importante nel laboratorio di produzione di gelati artigianali. Ovviamente la qualità del latte usata incide sui gusti. Più il latte è pregiato migliore è la resa del gusto che si crea. C'è un però!

Il mercato offre anche i gusti frutta con il latte. Parliamo quindi di un modo diverso di produzione. E' molto probabile che chi usa il latte non usi frutta comprata al mercato ma prodotti dell'industria. Mangiare un gusto fragola, melone, limone ed altri e sentire "pezzettini" del frutto ve ne garantisce la reale presenza. I gusti frutta di Gelatosità sono a sorbetto, al posto del latte usiamo l'acqua esaltandone il sapore, mentre il latte lo appiattisce essendo simile alla consistenza di un gusto crema.

Numero dei gusti

 

Il banco che contiene i gelati può avere diversi gusti, mediamente le gelaterie ne hanno tra 20 e 30, quelli che il mercato gradisce maggiormente. Quando incominciano ad essercene più di 30 c'è la possibilità che alcuni gusti stazionino oltre il tempo medio di rotazione. Quel gusto gelato è in fase d'invecchiamento per ossidazione. Quindi attenzione a gusti da nomi particolari, hanno più una funzione di marketing. 

Gelatosità crea 24 gusti e da la possibilità di farli personalizzare a piacimento dal cliente con la piastra refriferata Gelamix .

Avere sete dopo il gelato

 

Avere sete dopo aver mangiato il gelato è una caratteristica tipica dei gelati molto grassi. Ricordiamo che bere acqua ha una funzione termoregolatrice della temperatura corporea e aiuta a decomporre i cibi ingeriti. Comprendere la seconda funzione è semplice: avete sete dopo aver mangiato una mela? Avete sete dopo aver mangiato un piatto ricco di condimento (grassi)? Se avete sete dopo aver mangiato un gelato siete in presenza di un laboratorio di produzione che usa eccessi di grassi per ridurre i costi. Più grassi ci sono nel gelato più acqua devo bere per aiutare il corpo nella digestione. Il gelato Gelatosità non fa venire sete.

Il gelato si scioglie?

 

Il gelato sul cono deve essere mangiato in pochi minuti altrimenti si scioglie. Per capire se il gelato che si ha in mano si sta sciogliendo troppo velocemente è molto semplice.

Una buona struttuta del gelato permette di mangiare agilmente senza affanno in pochi minuti giusto quelli che servono per gustarsi il gelto.

Ma se invece si mangia velocemente per evitare di far cadere le gocce di gelato a terra allora significa che la struttura è ricca di altri grassi e di zuccheri. Il gelato Gelatosità può essere gustato senza affanni e in piena serenità.

Di seguito l'ultimo corso tenuto. Prossimamente altri in programma... 

 
Modalità

 

Sabato 14 maggio dalle ore 10,30 al Cinema Arcobaleno Vomero in via C. Carelli 13. Il corso è aperto a tutti. Ogni sessione dura circa 30-40 minuti. Oltre alla parte teorica ci sarà quella pratica di analisi sensoriale con la degustazione gratuita di gelati a sorbetto e crema. Special test il gusto Regno delle due Sicilia vincitore del Gelato Festival e premio giuria popolare a Napoli e tra i primi 4 classificati alla Finale Europea di Firenze 2015 e ancora tra i gusti più richiesti. Non potendo prevedere il numero di adesioni, se dovessero superare il numero posti di capienza della sala, si proseguirà fino al termine dei partecipanti tenendo altre sessioni nella mattinata, ma non oltre l’orario di pranzo.

gelatosita ig.jpg

GELATOSITA' srl | Napoli (IT) | via Mario Fiore 2 | cap 80129 | p.iva 05034171214 | +39 081 19574347

England | London | 15 Street Anne's Court

info@gelatosita.it | Skype: gelatosita - gelatositalab | WeChat: gelatosita - gelatositalab | WhatsApp

© GELATOSITA'​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​ 2005